Sconto fiscale del 19 % solo con pagamento tracciabile

Dal 1° gennaio 2020 tutte le spese che danno luogo allo sconto fiscale del 19 per cento nella dichiarazione dei redditi non potranno più essere pagate con contante. In tal caso si perderà il diritto al bonus fiscale.
Per le detrazioni Irpef del 19% sarà obbligatorio pagare con mezzi diversi dal contante, come bonifico, carte o bancomat.
La Legge di Bilancio 2020 consente di pagare in contanti, senza rinunciare alle detrazioni fiscali, medicinali e dispositivi medici, così come le prestazioni sanitarie rese dalle strutture pubbliche o da strutture private accreditate al Servizio sanitario nazionale.

Di conseguenza i contribuenti che in sede di dichiarazione dei redditi 2021 vogliono usufruire della detrazione fiscale del 19% devono necessariamente utilizzare strumenti tracciabili (carte di credito, carte prepagate, bonifici, assegni bancari e circolari) per il pagamento delle spese di cui all’art. 15 TUIR, quali ad esempio:
– spese per l’istruzione;
– spese funebri;
– spese per l’assistenza personale;
– spese per attività sportive per ragazzi;
– spese sanitarie;
– spese per intermediazione immobiliare;
– interessi per mutui ipotecari per acquisto immobili;
– erogazioni liberali;
– spese veterinarie;
– assicurazioni sulla vita ed infortuni;
– spese per canoni di locazione sostenute da studenti universitari fuori sede;.