Bonus ristrutturazione 2020

Anche quest’anno il bonus ristrutturazione è stato confermato nella Legge di Bilancio 2020.
Il bonus fiscale consiste nella possibilità di beneficiare della detrazione IRPEF del 50% delle spese sostenute, fino a un massimo di 96.000 euro per singola unità immobiliare.
In generale, l’agevolazione riguarda gli interventi per ristrutturare le abitazioni e le parti comuni di edifici residenziali situati nel territorio dello Stato.
Per quantificare la spesa sostenuta fanno fede i bonifici effettuati dal richiedente le agevolazione per ogni unità immobiliare.
Il contribuente che vuole usufruire del bonus ristrutturazione deve effettuare il pagamento di tutte le spese mediante il cd. bonifico parlante, così facendo può detrarre il 50% delle spese sostenute per un massimo di 96.000 euro, suddividendo l’importo della detrazione spettante in dieci rate annuali di pari importo. Per le spese sostenute nel 2020 la prima rata annuale detraibile sarà usufruita in dichiarazione redditi 2021
Al fine di ottenere lo sconto fiscale il contribuente deve conservare la seguente documentazione, da esibire anche in sede di eventuale controllo da parte dell’Agenzia delle Entrate:
– domanda di accatastamento dell’immobile;
– ricevute pagamento IMU;
– dichiarazione di consenso all’esecuzione dei lavori;
– delibera d’assemblea condominiale per i lavori di condominio;
– autorizzazione e/o concessioni allo svolgimento dei lavori.